Collezione "Lagumina"

“La Sicilia raccontata dai cartografi” è un progetto espositivo allestito nel dicembre del 2014, nei locali dell’Ex Carcere dello Steri grazie alla sensibile disponibilità di Antonio Lagumina, che con lunghe e appassionanti ricerche da molti decenni ha costituito una significativa raccolta di cartografia della Sicilia dal XVI al XIX secolo.

Cosimo Bertacchi nella prefazione del “Primo saggio di cartografia della Regione siciliana” di Antonino Enrile, pubblicato a Palermo nel 1908, scrive “la Sicilia nella storia della geografia occupa un posto che può definirsi unico: poiché per la sua varia figurazione o più per la sua varia orientazione nelle carte antiche e moderne, rispecchia fedelmente i progressi della geografia nelle varie età”.

Attraverso “La Sicilia raccontata dai cartografi” emergono anche le plurime specificità dell'Isola osservate attraverso i secoli e il percorso espositivo indirizza verso una conoscenza non solo geografica e cronologica. La presentazione delle mappe si focalizza innanzitutto sulle più celebri e fondamentali, la “Sicilia” di Giacomo Gastaldi del 1545, la “Siciliae Regnum” di Mercator del 1589, la “Carte de l’Isle et Royaume de Sicile” di DeIisle del 1717, la “Nova et accurata Siciliae” di Schmettau del 1721. Seguono le mappe a tema quali le nautiche, i tascabili, gli isolari, gli ordini religiosi.

Ogni carta offre numerosi spunti di interesse: nella toponomastica, nella configurazione delle coste e della viabilità; altre hanno finalità didattica come la mappa di Benedetto Bordone del 1528, con la Sicilia “secondo Tolomeo” e “secondo i moderni”. La “Nuova ed esatta carta corografica della Sicilia” di Giovan Battista Ghisi del 1728 è compendio storico artistico e produttivo quasi una fotografia del tempo. Tra quelle di interesse storico si segnala quella appartenuta a Nino Bixio. L'Isola, con l'appellativo “Siciliae Regnum”, declinato in varie lingue e per la prima volta presente nella carta del fiammingo Mercatore del 1589, perpetua il ricordo del regno normanno che si estendeva in tutto il bacino del Mediterraneo e celebra una terra di accoglienza e di tolleranza e di eccellenza nelle arti e nella cultura.

 

 

LE CARTE TOLEMAICHE. 1596, SIcilia Insula, Europae Tabula VII in Magini Antonio-Geographiae Universae tum veteris [...] cm  25x19

GLI ATLANTI TASCABILI. 1585, Abraham Ortelius-Phillippe Galle _ Siciliae descriptio in Theatri Orbis Terrarum Enchiridion [...] - cm 11x8

GLI ISOLARI.1528 Benedetto Bordone_ Sicilia secondo Tolemeo, Sicilia secondo moderni in Libro di Benedetto Bordone in quale si ragione [...] - cm41,6x35

LA CARTOGRAFIA FRANCESE. XVIIIsec. Tobias Conrad Lotter - Mappa Geographica Totius Insulae et Regni Siciliae - cm 58,5x50

LA CARTOGRAFIA. 1564, Antoine Du Pinet - Carte et description du royaume de Sicile - in Plantz, pourtaitz et descriptions [...] - cm 16x12,9

LA CARTOGRAFIA OLANDESE. 1680 ca. Insula sive Regnum Siciliae [...]_ in Atlas sive description terrarum orbis [...] - cm 58,5x50.

LA SICILIA DA SCHMETTAU ALL'UNITA' D'ITALIA. 1834 Madame V.ve Turgis_ Carte Phisique et routière de la Sicile - cm 79x52,5

LE CARTE NAUTICHE. XVII sec. Anonimo Portolano - cm 14x13.

GLI ATLANTI TASCABILI. 1661 Pierre Duval, Sicile, in La Geographie Universelle [...] - cm12,7x10,2.

Centro Servizi Sistema Museale di Ateneo

Università degli Studi di Palermo

Via Lincoln, 2 (Orto Botanico)

90133 PALERMO, Italia

Codice Fiscale 80023730825, Partita IVA 00605880822

 

091 238 96775 - 091238 93781

sistemamuseale@unipa.it

sistemamuseale@cert.unipa.it